Happy (Architectural) Easter! 10 Egg-Shaped Buildings for you!

10 uova da guardare (magari visitare) ma non mangiare!

10 eggs meant to be seen but not to be eaten!

Non saranno buoni come quelli di cioccolato, comunque fanno la loro scena! Buona Pasqua (architettonica) a tutti!

Maybe they are not as good as the chocolate ones, but surely they make the show! Happy (Architectural) Easter !

Beijing National Grand Theater, The Egg, Tiananmen, Beijing, China

Beijing National Grand Theater – Paul Andreu Architect

egg1

Cybertecture Egg – James Law Cybertecture

London-city-hall-foster-and-partners

London City Hall – Foster + Partners

bezier apartments london

Bezier Apartments, Islington-London – Morrish & Partners

My_Green_World_2D3D_2

“My Green World” Pavilion – 2D3D

Circular-treehouse-665x440

The Hem Loft – Joel Allen

Tree-Top-Walk-Bavarian-Forest-National-Park

Tree Top Walk – Bavarian Forest National Park

Egg-Shaped-Mobile-Office-1

Exbury’s Egg Temporary Office – Stephen Turner

Egg Mobile Home - Dai Haifei

Egg Mobile Home – Dai Haifei

Pysanka_Museum

Pysanka Museum – Ukraine

Relaxing Day Off Milano Design Week, 5 suggestions.

(ENGLISH TEXT BELOW)

 

Sketches-1-day-trip

Milano Design Week 2014,1 giorno di relax fuori città: 5 suggerimenti

Giorno 3

Come procede? Visto qualcosa di interessante?Sicuramente!
E spero vi stiate godendo la città e tutto quello che offre, anche grazie al tempo bellissimo.
Ma oggi vogliamo tentarvi con una proposta controcorrente, diretta soprattutto agli stranieri che visitano il nostro paese.
Perchè non approfittare delle condizioni meteo favorevoli e fare una gita fuori porta in giornata?
Milano è una città che offre molte cose, compresa una rete di trasporti collegata a diverse zone di interesse che possono essere raggiunte in meno di 2 ore. Dopo tanto “lavorare” visitando show-room , negozi e fiere perchè non regalarvi una giornata di relax? Quindi…vai con la lista!

 

1. Lago di Como

“Quel ramo del lago di Como che volge a mezzogiorno….”

Come lo cita Alessandro Manzoni ne “I promessi sposi” . Como si raggiunge in un attimo e arrivati potete rilassarvi con una passegiata sul lungo lago o con un giro in battello per godere della vista del paesaggio a filo d’acqua e magari visitare la piccola ma incantevole Isola Comacina.

Come arrivare:Lagodicomo

  • Auto: seguire le indicazioni Como/Varese/Autostrada dei Laghi per poi prendere la A9 Lainate-Como-Chiasso.Per la città di Como uscite a Como Sud Monte Olimpino.

    Per proseguire lungo la sponda occidentale del lago prendete l’uscita Como Nord.

  • Treno:  da Milano Centrale o da Milano Porta Garibaldi linea ferroviaria Milano-Como-Chiasso  per Como San Giovanni, oppure da Milano Cadorna collegamenti con Como Lago (linea Milano – Saronno – Como Lago) .

 

2. Lago Maggiore

Il Lago Maggiore, anche conosciuto come Lago di Locarno, si trova in parte sul territorio italiano e in parte su quello svizzero. Il Lago ospita diversi isolotti, tra cui le stupende Isole Borromee.

Come arrivare:Lago-Maggiore_vista-isole

  • Auto:  Prendere AutoLaghi A8 (Milano – Varese), diramazione AutoTrafori A26 (Genova – Alessandria – Gravellona Toce)  e prendere l’uscita  Arona – Stresa -Gravellona Toce.
  • Treno:  da Milano Centrale o da Milano Porta Garibaldi linea ferroviaria Milano-Domodossola

 

3. Bergamo

Bergamo è una bellissima città a pochi km da Milano, che offre una vista spettacolare del paesaggio sottostante e il piacere di passeggiare per le viuzze della Città Alta. Un’ottima soluzione soprattutto per chi vola low-cost dall’aeroporto di Orio al Serio, una visita piacevole prima della partenza!

Come arrivare:Sunrise_at_Bergamo_old_town,_Lombardy,_Italy

  • Auto:  Prendere Autostrada A4 Milano-Venezia, uscita Bergamo.
  • Treno:  da Milano Centrale o da Milano Porta Garibaldi ,treno Milano-Bergamo, dalla stazione che si trova nella città bassa, parte un bus ogni 10 minuti per la città alta.

 

4. Lago di Garda

E’ il lago più grande d’Italia e accoglie ogni anni migliaia di turisti italiani e stranieri, soprattutto tedeschi, che godono dei suoi paesaggi, le sue zone balneari, i tour eno-gastronomici (vi dico solo che uno dei vini italiani più apprezzati si chiama Bardolino, come il nome del paese sulle rive del lago dal quale prende il nome, devo aggiungere altro?), i parchi tematici come Gardaland per chi vuole tornare bambino per un giorno. E tutto attorno al lago decine di altri luoghi da visitare, come Salò o Verona, solo per citarne un paio.

Come arrivare: lago-di-garda

  • Auto:  prendete l’autostrada A4 (Milano-Venezia) e uscite a Brescia Est o Desenzano del Garda o Sirmione.
  • Treno:  da Milano Centrale o da Milano Porta Garibaldi ,treno Milano-Brescia, fermata Desenzano del Garda.

 

5. Torino

E’ alla stessa distanza del Lago di Garda ma dalla parte opposta, se potete vi consiglio di non perdere l’occasione di visitare come viene spesso chiamata “il salotto d’Italia”, non so esattamente perchè venga chiamata così ma personalmente posso dire che ogni volta che mi ritrovo a camminare per le sue strade e sotto i suoi portici mi sembra di esserci sempre vissuto. E poi l’assetto urbanistico, le architetture di così tanti stili diversi…insomma, fare la guida turistica non è il mio lavoro, lascierò che sia la città a parlare per me.

Solo un suggerimento, se vi capita ,non potete mancare una visita al cafè “Al Bicerìn” ,un piccolo locale stimato già da personaggi come Dumas, Picasso e Hemingway. Sperate che non ci sia molta gente in attesa e godetevi il vostro “Bicierìn”!

Torino-2-Imc

 

Come arrivare:

  • Auto:  prendete l’autostrada A4 (Milano-Venezia) e uscite a Brescia Est o Desenzano del Garda o Sirmione.
  • Treno:  da Milano Centrale o da Milano Porta Garibaldi ,treno Milano-Brescia, fermata Desenzano del Garda.

 

 

Come avete visto basta anche un solo giorno per visitare posti incantevoli fuori città, in modo facile e veloce. Non avrete nemmeno bisogno di pernottare fuori città, anzi potreste anche tornare in tempo per l’ Happy Hour! (ma di questo parleremo domani…).

BUON FUORISALONE A TUTTI!

 

1 DAY TRIP OUT OF MILAN, 5 SUGGESTIONS.

DAY 3

Hey good people!How’s going your week?

I hope you are enjoying the city and all the best she’s offering , aslo thanks to this amazing weather .

Today we want to tempt you with something different ,I’m thinking in particular to our foreigner guests.

Why don’t you take advantage of these warm days and treat yourself with a relaxing day out of the city?

Milan offers many things, including a transport network connected to several areas of interest that can be reached in more or less 1 hour. After so much “work” visiting showrooms, hours of shopping I think you deserve it.

So here’s my shortlist for 5 destinations…
 

Lago di Como
This famous lake is the famos begin for the famous Alessandro Manzoni’s “I Promessi Sposi”. Como can be reached easily, once arrived you can take a rekaxing walk along the lake or enjoy the views directly on the water with some boat trip and maybe visit the small but charming Comacina Island .

How to get there:

 By Car : Follow the signs Como / Varese / Autostrada Laghi and then take the A9 Lainate -Como- Chiasso.
To get to Como city, exits are: Como Sud or Monte Olimpino

To continue along the western shore take Como Nord exit .

Train from Milano Centrale or Milan Porta Garibaldi, railway line Milano-Como -Chiasso Como San Giovanni , or from Milan Cadorna connections to Lake Como ( Milan – Saronno – Lake Como ) .

 

Lago Maggiore

Lake Maggiore , also known as Lake of Locarno, lies partly on the Italian territory and in part on the Swiss . The lake is home to several islands , including the beautiful Borromeo Islands.

How to get there:

By car: AutoLaghi A8 ( Milano – Varese ) , branch AutoTrafori A26 (Genoa – Alessandria – Gravellona Toce ), take the exit Arona – Stresa- Gravellona Toce.

By train: from Milano Centrale or Milan Porta Garibaldi railway line Milan – Domodossola
 

Bergamo

Bergamo is a beautiful city just a few kilometers from Milan that offers a spectacular view on the landscape below and the pleasure of walking through the narrow streets of the Old Town . A perfect option especially for those who fly low-cost from Orio al Serio , a nice visit before you leave !

How to get there:

By car: Take the motorway A4 Milano-Venezia , exit Bergamo.

By train: From Milano Centrale or Milan Porta Garibaldi train Milan -Bergamo , the train station is located in the lower town , Bus departures for the Old Town every 10 minutes.
 

Lago di Garda

The largest italian lake welcomes every year thousands of Italian and foreign tourists , especially Germans, who enjoy its landscapes, its bathing areas , the gastronomy and wines ( I only say that one of the most popular Italian wines “Bardolino” is called after the omonimous city on the lake’s shores, should I say more ? ) , amusement parks as Gardaland to satisfy your “inner child” .
And all around the lake dozens of other places to visit, such as Salò, or Verona, just to name a few .

How to get there:

By car: Take the motorway A4 ( Milan -Venice) and exit at Brescia Est or Desenzano del Garda and Sirmione.
By train: from Milano Centrale or Milan Porta Garibaldi train Milan – Brescia, Desenzano del Garda stop .
 

Torino

The same distance of Lake Garda but on the opposite side ,I suggest not to miss the opportunity to visit “the livingroom of Italy” as they call it ( I do not know exactly why it is called so I can personally say that whenever I find myself walking through its streets and under its arcades I feel as I live there since always.

Another suggestion , don’t forget to paya visit to the coffee-bar ” Al Bicerin ” , a small room already appreciated from celebrities as Dumas , Picasso and Hemingway. Either you have to wait or you find a free table immediatly, go there and ask for a “Bicerin” (a mix of coffee-chocolate and milk cream.

How to get there:

By car: Take the motorway A4 ( Milan -Venice) and exit at Brescia Est or Desenzano del Garda and Sirmione.
By train: from Milano Centrale or Milan Porta Garibaldi train Milan – Brescia, Desenzano del Garda stop.

As you can see, you can discover amazing places out of the city, easily and in just one day. You wont even need to stay out for the night, actually you could even come back on time just for the Happy Hour (but we will talk about that tomorrow…)

Enjoy the FuoriSalone everyone!

Milano Design Week 2014: Dove mangiare? Street Food!

Hungry-follow-me-Milan-design-week-food-tips
(ENGLISH TEXT BELOW)

Giorno 2

La Settimana sta procedendo alla grande, le strade di Milano e della Fiera sono piene di visitatori curiosi e anche il Meteo ci sta regalando giornate calde e assolate, insomma condizioni perfette per esplorare Milano passando da un evento all’altro.

Certo che camminare da un posto all’altro è pur bello, ma mette un certo appetito, vero?

E qui [D]Arch arriva in vostro soccorso! Posti per mangiare a Milano ne troverete migliaia, addirittura alcuni eventi del fuorisalone sono legati al cibo.

Ma difficilmente troverete le nostre proposte sulle guide, noi vi proponiamo i posti che non direste mai!

E dunque…Buon Appetito!

 

Giannasi (Zona Porta Romana)

Una istituzione di Milano. Lo trovate a metà di corso Lodi, sulla sinistra andando verso Porta Romana. Qui potete trovare ogni prelibatezza di rosticceria e il fatto che la clientela sia molto varia è ulteriore prova della bontà dei prodotti!  (testato personalmente, ripetutamente e piacevolmente!)

Luini (Zona Duomo) 

Se Giannasi è una istituzione, Luini è una pietra miliare se si parla di cibo di strada. Che voi siate milanesi o turisti non potete dire di essere stati a Milano se non vi conquistate un panzerotto di Luini. Perchè uso il verbo “conquistare” ? Lo capirete quando vedrete la fila di persone…

Antica Focacceria San Francesco  (Zona Porta Venezia)

Gustare prelibatezze della Sicilia a Milano: buonissimo (e non me ne vogliano i gestori, ma senza togliere nulla a loro, se ne avete occasione andate a visitare anche l’originale focacceria di Palermo!)

Euro Döner Kebap (Quartiere Isola – Zona Garibaldi)

All’apparenza è una Kebabberia come tante altre, ma la differenza la senti quando inizi a masticare: per la qualità dei prodotti, per il fatto che il pane te lo preparano e cuociono al momento (e si sente!), e poi un servizio cortese che non guasta mai! E poi fatevelo un giro all’Isola che offre pure tanti luoghi dove fare l’aperitivo!

Misunchì (Zona Bovisa)

Magari non condivido la loro scelta, ma anche i vegani devono mangiare! Quindi ecco un posto molto apprezzato da vegani e non, in zona Bovisa, così potete anche fare un giro alla sede della Facoltà di Architettura-Bovisa in via Durando 10. (curiosità: “Mi sun chì” in dialetto milanese significa “Io sono qui”, imparatelo e sfoggiate la conoscenza dell’idioma locale con gli amici!).

La Susina (Zona Porta Genova)

Sempre parlando di Vegan (che comunque va bene per tutti ,sia chiaro!) dopo tante cibarie salate mi sembra giusto concludere questa mini-lista con qualcosa di fresco, come i frullati (ma non solo frullati) di Susi, che propone prelibatezze naturali che accontentano tutti quanti!

 

Bene, la pausa pranzo è finita, tornate a vagare per il Fuorisalone!

DAY 2:

The Week is going great, Milano’s streets are crowded, the Fair Exposition it’s plenty of curious people and we are being blessed with warm and sunny days, the perfect conditions to discover Milan walking from one event to another .

We all agree, walking from one place to another is great, but aren’t you hungry?

Here we are coming to rescue you ! There’s thousands of places where to eat in Milan, even some events are food-related.

But you will not find our proposals on the Week Guides, we suggest you some places that you would never say!

So … BUON APPETITO!

 

Giannasi (Zona Porta Romana )

A City institution. Here you will several exquisite roasted goods, the fact that their customers are so different is another proof of the quality of their products ! (I’ve personally tested it, repeatedly and with great pleasure ! )

Luini ( Piazza Duomo )

If Giannasi is an institution , Luini is a major milestone when it comes to street food in Milan, Whether you’re from Milan or a tourist you can not say you’ve been to Milan if you don’t conquer a Panzerotto at Luini . Why use the word “conquer” ? You will understand when you see the people queuing…

Antica Focacceria San Francesco (Zona Porta Venezia )

Amazing Sicilian food in Milan : What can I say more? ( maybe one more thing: if you have the chance to be in Palermo, Sicily do not miss the original Focacceria San Francesco, that’s an experience! )

Euro doner kebab ( Quartiere Isola – Zona Garibaldi)

Apparently it’s just a Kebab Deli like many others, but you will feel the difference at the first bite : the quality of ingredients, they will prepare the bread right away (and you can feel it?) , and a kind service, that never hurts ! After the Kebab take a walk aroud Quartiere Isola, you will find several nice places for the happy hour!

Misunchì ( Bovisa )

Someone may not agree with their choice , but also vegans need to eat! So here is a very appreciated by vegans (and not-vegans) , so you can also take a tour to the Faculty of Architecture- Bovisa in Via Durando 10 . ( curiosity : “Mi Sun Chi”, pronounce “Me Soon Ki” in the local dialect means ” I am here “, learn it and sported the local knowledge of the idiom with your friends! ) .

La Susina (Zona Porta Genova )

Still speaking of Vegan (which is good for everyone!) After so many savory foodstuffs seems fair to conclude this mini- list with something cool , like their smoothies (but not only that): a natural and cool choices to end your lunch and get the full of energy do start again your trip around the city!

Are you satisfy? Good, now go back to the Design Week, lunch break is over!

Milano Design Week e Fuorisalone 2014: 3 consigli

(ENGLISH TEXT BELOW)

E’ tornata, puntuale come la bolletta del gas, la temibile Settimana del Mobile !

Design-Week-2014-monster

Da oggi fino a domenica 13 Aprile Milano diventa caput mundi del concept design in un’ottica di main-stream mondiale…

No,scusate, ma le presentazioni da comunicato stampa alla Crozza-Fuffas le lascio fare a chi ne ha diritto e dovere.

Io nei prossimi giorni mi permetterò solo di dare qualche umile consiglio appreso anno dopo anno nei fatidici giorni di aprile, una Design Week dopo l’altra. Dunque iniziamo!

Consiglio n.1: ORGANIZZAZIONE! 

Le “Zone del Design” sono diverse e sparse per tutta la città:

  • Brera
  • Zona Tortona
  • Ventura-Lambrate
  • Porta Venezia
  • Fiera Rho-Pero (Il Salone del Mobile)

Le zone non sono poche e gli eventi sono molti di più, spesso organizzato negli stessi orari e in luoghi diversi, quindi se non lo avete ancora fatto, procuratevi una GUIDA EVENTI! le scelte sono molte (qui ne riporto solo 3):

Le potete trovare in molte stazioni della metro pronte  negli espositori, se non già disseminate per la città, abbandonate e in attesa di un nuovo padrone!

Praticamente tutte le guide sono scaricabili anche come app per smartphone, molto comode perchè potete localizzare gli eventi che si svolgono nella zona dove siete.

Consiglio n.2 : NIENTE AUTO!

Già normalmente Milano non è una città car-friendly, a meno che vi rilassi rimanere imbottigliati nel traffico della circonvallazione interna.

METRO: Vi porta facilmente ovunque, magari sarà un pò più piena del solito, approfittatene per immergervi nel meltin-pot cittadino.

TRAM:I tram sarebbero una soluzione ideale (hanno la loro corsia preferenziale e vi permettono di osservare la città) sempre che non troviate il “furbetto” di turno che lascia la sua auto quel tanto che basta da ostacolare il tram, in quel caso o scendete e proseguite a piedi oppure vi armate di pazienza e aspettate che il furbetto torni subito o che il mezzo venga rimosso (e che impari la prossima volta).

BUS: Non li consiglio, sono spesso strapieni, possono seguire un tragitto tortuoso per arrivare a destinazione e come le auto possono restare bloccati nel traffico.

BICI: Il mio mezzo preferito, siete indipendenti da orari e poi volete mettere la svicolare nel traffico?
ATM offre un servizio di bike sharing , personalmente non l’ho ancora utilizzato ma pare molto apprezzato dai milanesi. (Io comunque vado in giro con questa bellezza verde…)Bici Graziella Architetto

 

 

Consiglio n.3 : IRONIA!

Godetevi la città, passeggiate con un bicchiere di prosecco passando da uno show-room all’altro, apprezzate gli allestimenti , divertitevi a fare people-watching e osservare la fauna di personaggi che girano per le strade della città in questa settimana o magari addirittura diventatene parte (ricordo anni fa ad un party in via Tortona una ragazza che si era presentata con muta da sub…). Insomma non prendetevi troppo sul serio, o potreste rivedervi in alcuni dei soggetti di questo video (dell’anno scorso, ma sempre attuale!).

AGGIORNAMENTO: I geniacci del trailer Fuorisalone 2013 hanno fatto il bis! e noi ve lo mostriamo!

(altro…)

Preparatevi alla Battaglia !

Esistono mondi dei quali senti parlare,vedi le immagini di quei mondi sulle foto dei giornali e più spesso attraverso gli schermi dei computer e della TV.

Li vedi e ne senti parlare ma poi non pensi che come tu puoi uscire tra poco per andare a fare la spesa o andare ad una festa venerdì sera, esistono persone come te che in un altro luogo fanno (o più probabilmente vorrebbero fare) le stesse cose ma con “qualche” difficoltà in più.

Battgirl.info

Non ci pensiamo perché siamo assuefatti da immagini di persone e luoghi che sembrano tutte simili, foto simili, filmati simili…
Ma se per comunicare il messaggio si utilizza un metodo diverso? Un mezzo apparentemente più semplice forse ma più diretto, come un FUMETTO, allora il messaggio ci appare più chiaro, senza ornamenti che distolgano l’attenzione.

Questo ho pensato ieri sera dopo avere letto due Graphic Novel del sito della nostra amica Laura Silvia Battaglia , professione giornalista e documentarista.

BattgirlA cena ci raccontava di alcune sue esperienze di viaggio e tornato a casa sono andato a visitare il suo sito: BATT GIRL .
A parte il fatto che consiglio a tutti di visitarlo per i contenuti davvero interessanti, io da appassionato di fumetti sono stato affascinato subito dalla veste grafica che ha dato al sito, poi sono andato diretto a leggere le sue Graphic Novel , partendo da La Sposa Yemenita , della quale ci aveva raccontato poco prima, e Le Due Sponde .

La Sposa YemenitaE’ stato strano e divertente vedere “inchiostrati” i personaggi e le situazioni che Laura ci ha raccontato, ma soprattutto è stato davvero coinvolgente.

Sarà per le storie, sarà per i disegni di Paola Cannatella, sarà per l’unione dei due elementi, questi racconti restano in testa più molti filmati!

In conclusione smetto di annoiarvi con le mie parole e  vi lascio alla lettura delle storie (scritte e disegnate) di Laura Silvia Battaglia o meglio BATTGIRL!